FAO
FAO
DISF
disf

Documentazione Interdisciplinare Scienza e Fede

Progetto Uruguay

Sviluppo integrale della popolazione rurale

 

Il progetto nasce con l’intento di calibrare l’intervento a sostegno della popolazione rurale tenendo in considerazione alcuni criteri fondamentali (cfr. documenti allegati Typo1) per il rispetto delle persone e della cultura:

 

    Cibo e connessione con la cultura; l’identità psicologica dell’individuo in rapporto al progetto; la comunicazione del progetto e relazione con le persone coinvolte, l’impatto del progetto tenendo conto della dimensione religiosa-irreligiosa-antireligiosa. 

     

    Dimensione fisica, psichica e spirituale per un approccio olistico/integrale alla vita dell’uomo con un approccio interdisciplinare per una corretta valutazione del bisogno considerando la complessità dell’essere umano.

     

A seguito del convegno interdisciplinare (cfr. documenti allegati Typo2) sul tema dell’alimentazione e dei suoi aspetti interdisciplinari correlati il progetto si concentra sulla fase di studio del territorio e della pololazione. Il progetto ho come obiettivo la cittadina di 25.000 abitanti di Treinta y tres (Uruguay) e prevede uno studio di fattibilità e una successiva fase operativa (cfr. documenti allegati Typo3).

 

Lo Studio-ricerca sul territorio si sviluppa in tre fasi:

  1. Fase di studio della popolazione e del suo rapporto con il cibo: nei suoi aspetti bilogici-alimentari, psicologici, religiosi.
  2. Fase di studio del territorio, delle risorse agro-alimentari e sulle possibilità di sviluppo
  3. Fase di studio dello sviluppo economico, vendita ed esportazione dei prodottiLa fase operativa mette in sinergia le risorse umane e istituzionali individuate sul territorio e le stesse con le risorse esterne coinvolte:
  1. Realizzazione di una equipe di persone e un corso di formazione per gli operatori in vista della fase operativa.
  2. Coinvolgimento delle istituzioni sul territorio; scuole, enti religiosi, associazioni, sindacati, municipalità, governo, enti sovranazionali, ecc., per mettere in sinergia le competenze specifiche.
  3. Creazione di una cooperativa, con investimenti mirati e partnership con ditte locali, coinvolgimento di ditte estere interessate ad investire nel territorio in collaborazione con la realtà rurale presente.

La fase operativa del progetto deve tenere conto del contenimento dei costi, della concretezza degli obiettivi, della verificabilità e correzione del progetto in fase operativa. Gli studi applicati e le fasi operative saranno pubblicate sul sito www.salushominis.org